Home
Benvenuto su Running Sport News
Froome imbattibile anche alla Vuelta, Contador regala emozioni PDF Print E-mail
Written by Administrator   
Friday, 15 September 2017 20:18

Madrid - Dopo cinque tentativi a vuoto, Chris Froome é riuscito a conquistare la Vuelta Espana. Il corridore britannico si era rivelato al mondo proprio nell'edizione 2011 della corsa spagnola, ma da allora aveva collezionato ottimi piazzamento (ben tre secondi posti) e diverse vittorie di tappa, ma non era mai riuscito a centrare il bersaglio grosso.

 

Last Updated on Wednesday, 11 October 2017 22:34
Read more...
 
Solo 1 bronzo per l'Italia ai Mondiali di Londra PDF Print E-mail
Written by Administrator   
Monday, 14 August 2017 14:11

Londra - Antonella Palmisano é riuscita ad ottenere la medaglia di bronzo nella 20 km di marcia ai Mondiali di Londra, cancellando, almeno in parte, le prestazioni non esaltanti di molti degli atleti presenti a Londra. Antonella, dopo il quinto posto ai Mondiali di Pechino del 2015 e il quarto ai Giochi di Rio del 2016, é riuscita, insieme al suo tecnico Patrizio Percesepe, a migliorare ancora qualche dettaglio, ottenendo un podio meritato e il suo nuovo personale, passato da 1h 27' 51" a 1h26'36".

 

Last Updated on Wednesday, 11 October 2017 22:33
Read more...
 
Una Pro Vercelli un po' imballata cede al Lecce nel secondo turno di Coppa Italia PDF Print E-mail
Written by Administrator   
Saturday, 05 August 2017 21:11

Vercelli - Inizia con una sconfitta la stagione della Pro Vercelli di Gianluca Grassadonia. I Bianchi sono stati sconfitti dal Lecce al termine di un incontro non altamente spettacolare, che ha messo in mostra tutti i limiti di una squadra non ancora al top della condizione. Il Lecce, dal canto suo, ha dimostrato maggiore concretezza, riuscendo a portare a casa un risultato comunque di prestigio, mentre la Pro Vercelli deve continuare la preparazione con la consapevolezza di dover modificare alcuni dettagli e recepire meglio gli insegnamenti tattici di Grassadonia.

Nel primo tempo Pro Vercelli, nonostante le gambe un po' imballate, riesce a proporre un gioco abbastanza propositivo, mentre il Lecce di Rizzo prova a giocare di rimessa. Passano pochi minuti e la Pro sfiora subito il gol con una bordata di Mammarella che Perucchini devia in angolo con un ottimo riflesso. Per tutta la prima mezz'ora di gara la squadra di Grassadonia propone un gioco godibile. Nonostante una fase di impostazione un po' lenta (spesso la cabina di regia viene affidata a Konate, non porprio un giocatore con i piedi raffinatissimi), la Pro riesce a farsi spesso pericolosa e sfiora il gol due volte: prima con un diagonale deviato di Altobelli e poi con un incrocio di Firenze che si stampa sul palo. Al 37', peró, il Lecce colpisce all'improvviso: clamorosa indecisione collettiva della difesa della Pro e Di Piazza, ex di turno, insacca di testa indisturbato. I Bianchi, poi rischiano ancora al 40': l'arbitro Serra non fischia un rigore al Lecce su un possibile fallo di mani di Legati.

Il secondo tempo si apre con un episodio in grado di cambiare la partita: Legati scivola clamorosamente e regala a Di Piazza il pallone: l'attaccante, solo davanti al portiere, lo fredda e realizza la sua personale doppietta. Passano pochi e lo stesso Di Piazza, dopo aver scherzato Legati, sfiora il gol. Di fatto, la Pro non entra in campo all'inizio del secondo tempo: la manovra é lenta e in attacco La Mantia e Bianchi sono palesemente in ritardo di condizione. All'improvviso, però, la Pro Vercelli ha un sussulto. Al 16' La Mantia trova spazio in area e dialoga con Rovini (entrato al posto di Bianchi), che serve un pallone d'oro a Firenze, bravo a a non sbagliare un vero e proprio rigore in movimento. Anche il Lecce, a questo punto, mette in mostra i suoi limiti di condizione e la partita si riapre. Allo stesso tempo, peró, entrambe le squadre sono molto stanche, e dunque l'incontro diventa più scorbutico. La Pro Vercelli ci prova più con la forza della disperazione che con il gioco e il Lecce, nonostante qualche sbandamento, riesce a portare a casa una vittoria nel complesso meritata.

A fine partita Grassadonia non può che commentare gli errori di una squadra che, pur avendo creato molto, non é riuscita a concretizzare, finendo vittima degli errori individuali di una difesa tutt'altro che perfetta. Quello che ha convinto, in ogni caso, è stata la buona mole di occasioni create. Ancora da rivedere, invece, la difesa, che ha perso un po' di qualità rispetto allo scorso anno. Proprio per questo  motivo, pare certo l'arrivo di William Jidayi dall'Avellino. Si tratta di un giocatore molto duttile, che potrebbe fornire nuove soluzioni tattiche ad una squadra che ha bisogno di crescere ancora in vista del campionato, che inizierà il 26 agosto contro il Frosinone. Luigi M. D'Auria

 
Filip Krajinovic vince il Thindown Challenger di Biella PDF Print E-mail
Written by Administrator   
Sunday, 06 August 2017 14:27

Biella - Parla serbo la ventesima edizione del torneo Internazionale di tennis che si disputa sui campi de "I Faggi" di Biella. Il Thindown Challenger, infatti, é stato vinto dal venticinquenne Filip Krajinovic, numero 140 del mondo con un passato da 86, nonché da allievo dell'ex professionista Diego Nargiso.

Last Updated on Wednesday, 11 October 2017 22:32
Read more...
 
Buon test estivo tra Genoa e Borgaro: 5-2 per il Grifone PDF Print E-mail
Written by Administrator   
Saturday, 05 August 2017 16:55

Bardonecchia (To) - Lasciato il ritiro austriaco di Neusfit, Ivan Juric cercava risposte incoraggianti dal secondo ritiro estivo del "Grifone", presente a Bardonecchia per il secondo anno consecutivo. Per i tifosi genoani é stata, almeno finora, un'estate abbastanza complicata, soprattutto a causa della volontà da parte del Presidente Preziosi di farsi da parte (anche a causa di un rapporto con la parte più accesa del tifo diventato sempre più problematico) e di qualche rinvio di troppo nella definizione della cessione alla cordata italo-inglese interessata ad acquistare il Club. A una settimana dal terzo turno di Coppa Italia, però, deve essere il campo a parlare, anche perché la squadra di Mister Juric vuole fare di tutto per evitare gli errori compiuti nella passata stagione, in cui la salvezza é stata ottenuta con più difficoltà del previsto.

Subito prima della presentazione ufficiale del club si é svolta un'amichevole tra lo stesso Genoa e il Borgaro, ambiziosa squadra piemontese che, anche grazie al nuovo sponsor Nobis, ha intenzione di affrontare una Serie D da protagonista. La squadra di Russo ha iniziato a mettere in mostra parte del proprio potenziale proprio contro il Genoa, riuscendo a concludere i primi quarantacinque minuti in parità. Di fronte ai quasi seicento spettatori presenti a Bardonecchia, il Borgaro sembra non avere le gambe pesanti e, pur facendo fare la partita al Grifone, riesce a ripartire con grande precisione e a rispondere al gol del giovane Stephane Omeonga, sicuramente una delle note positive della prima frazione.

Nella ripresa, invece, il Genoa inizia a carburare, anche perché Juric mette in campo una formazione più simile a quella titolare, che vede in cabina di regia Veloso affiancato da Bertolucci e davanti Pandev e il Cholito Simeone, che in tifosi sperano di rivedere a Marassi almeno per un altro anno (non sono poche le squadre che lo cercano). Il vero protagonista, però, è Nikola Ninkovic, che realizza una prestazione maiuscola, impreziosita da una doppietta e da una grande combinazione che ha portato al gol di Pandev. Tra i nuovi acquisti, invece, ha trovato il gol Bertolacci, parso contento per essere tornato alla corte del Grifone.

Il Genoa, dunque, lascia Bardonecchia con un'altra vittoria in amichevole, in attesa dei due test più probanti in vista della nuova stagione: l'amichevole con l'Heerenven (che si giocherà domenica 6 agosto a Savona) e il terzo turno di Coppa Italia, che si giocherà sabato 12 agosto. La squadra, nonostante tutto, pare essersi rinforzata, soprattutto se si formerà la giusta alchimia tra giovani di valore (pensiamo a giocatore come Ninkovic, Salcedo e Pellegri) e i più esperti, alcuni dei quali in cerca di riscatto (pensiamo a Bertolacci e Taarabt, tornato al Genoa dopo sei mesi poco fortunati). L'obiettivo deve essere, a nostro avviso, quello di ottenere una salvezza più tranquilla rispetto a quella della scorsa stagione. Donato D'Auria

Last Updated on Saturday, 05 August 2017 20:43
 
<< Start < Prev 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Next > End >>

Page 7 of 84
Powered by Aerobico.it