Home
Benvenuto su Running Sport News
Sette Arrivi in Salita per il Giro d’Italia numero 103 PDF Print E-mail
Written by Administrator   
Monday, 11 November 2019 11:50

Milano - Non sono mancate le sorprese, alla presentazione dell’edizione numero 103 del Giro d’Italia. La Corsa Rosa, che prenderà il via da Budapest, regala agli appassionati e ai corridori un percorso decisamente difficile da interpretare, con un buon numero di salite e tanti chilometri a cronometro, che metterà molto sotto stress i corridori, che saranno costretti a un vero e proprio tour de force logistico nel corso delle tre settimane di corsa. Tra i corridori presenti alla presentazione, c’era anche Peter Sagan: dopo sette maglie verdi conquistate al Tour de France in otto anni, il tricampione del mondo slovacco ha deciso (finalemente, ci verrrebbe da dire) di misurarsi con la Corsa Rosa, l’unica grande corsa alla quale non ha mai partecipato e dove punta a essere protagonista di primissimo piano, soprattutto negli arrivi in volata.

Come accennato in precedenza, il Giro partirà da Budapest il 9 maggio,con una breve cronometro nel centro storico della capitale ungherese. Seguiranno altre due tappe in terra magiara, entrambe riservate alle ruote veloci del gruppo. Dopo un veloce trasferimento, il gruppo arriverà in Sicilia per tre tappe non banali, con arrivi ad Agrigento (per scattisti), sull’Etna, che sarà scalato dal versante indedito di Piano Provenzana e a Villafranca Tirrena. Seguiranno tre tappe mosse e per velocisti tra Calabria, Basilicata e Puglia, fino al giorno di riposo dopo la tappa di Vieste.

Nella seconda settimana, spazio ancora ai velocisti con le tappe di Tortoreto Lido e Rimini, prima della Cesenatico-Cesenatico, ricca di insidie (é disegnata sul percorso della Granfondo Nove Colli) e di ricordi di Marco Pantani. Dopo la tappa di Monselice, primo momento chiave della corsa: la cronometro del Prosecco, che stabilirà chi dei principali favoriti dovrà dire addio ai sogni di gloria. In chiusura di settimana, ci sarà un altro arrivo in salita a Piancavallo in Friuli.

La terza settimana sarà di gran lunga la più difficile della corsa. Dopo una tappa di trasferimento che porterà il gruppo a San Daniele del Friuli, ci saranno due arrivi in salita: prima un “tappone” dolomitico con arrivo a Madonna di Campiglio, poi spazio ad un nuovo arrivo inedito, nei Laghi di Cancano nel Parco Nazionale dello Stelvio. Sarà una due giorni chiave, dove la classifica potrà delinearsi in maniera ben definita, emettendo alcune pesanti sentenze. Da quel momento, spazio alle tappe piemontesi: prima la Morbegno-Asti, ultima occasione per i velocisti, poi la Alba-Sestriere. Si tratta della frazione più dura di questo Giro, con il passaggio da salite storiche come Colle dell’Agnello, Izoard e Monginevro, prima dell’arriverò a Setriere, con salita da Cesana. Nonostante sia saltato l’arrivo in cima al Monte Fraiteve, resta un appuntamento bellissimo per l’anno di sport di Sestriere, che festeggia anche il ritorno della Coppa del Mondo di Sci.

Il vincitore del Giro sarà incoronato, come da tradizione, a Milano, al termine di una breve cronometro che potrà regalare le ultime emozioni alla Corsa Rosa numero 103. É ancora presto per parlare di possibili protagonisti e favoriti, anche se é sicura la presenza di Nibali e Sagan. Il percorso favorisce, in ogni caso, corridori come Roglic e Dumoulin, che possono abbinare resistenza in salita e abilità a cronometro, anche se saranno proprio le salite della terza settimana a decidere la Corsa Rosa. Luigi M. D’Auria

Last Updated on Monday, 11 November 2019 12:20
 
Tredicesima Edizione con Record per la AppleRun PDF Print E-mail
Written by Administrator   
Thursday, 07 November 2019 13:41

Cavour (To) - In una giornata di Ognissanti uggiosa, la cittadina di Cavour ha ospitato la tredicesima edizione della AppleRun, manifestazione podistica che, da quando ha ottenuto la certificazione Fidal “Bronze” nel 2015, é diventato uno degli eventi più interessanti del calendario piemontese. Sono stati oltre mille i podisti che si sono ritrovati nella Piazza del Peso del comune della Città Metropolitana di Torino, da dove ha preso il via una dieci chilometri dagli alti contenuti tecnici, con percorso quasi totalmente pianeggiante e molto veloce, con diverse sezioni nel centro abitato e tanti passaggi nelle strade di campagna intorno a Cavour.

In una gara dagli ottimi contenuti tecnici, sono stati battuti i record della manifestazione sia nella prova maschile che in quella femminile. Nella gara maschile, bella vittoria per Sammy Kipgnetich, ventottenne keniano (tesserato per l’Atletica Saluzzo), che ha tagliato il traguardo infrangendo la barriera dei 30’ minuti di ben 23 secondi, migliorando di 30” il precedente record della gara, realizzato nel 2017 da Abdelmjid Ed Derraz. Secondo posto per Jean Marie Niyomukiza, che ha chiuso la sua gara in 30’01”, mentre il podio é stato completato dal primo degli italiani, Francesco Breusa, classe 1998 del Cus Torino, in 30’21: un tempo che ha messo in mostra tutto il suo potenziale e mostrato che il secondo posto nel campionato italiano promesse non era un caso.

Nella gara femminile, invece, vittoria italiana grazie all’ottima prova di Martina Merlo, classe 1993 dell’Aeronautica Militare, che ha fermato il cronometro sul tempo di 33’39”, precedendo, al termine di dieci chilometri di duello podistico, la keniana Vivian Kemboi, che ha chiuso in 33’50”. Terzo posto, più staccata, per Valeria Barale, che ha chiuso la sua prova in 35’08”. Per l’atleta torinese, la gara di Cavour resta una di quelle da inserire negli annali, visto che ha realizzato anche il suo primato personale. Per favorire lo spettacolo podistico, gli organizzatori hanno disegnato un circuito di gara di 5 km da ripetere due volte. Sicuramente una strategia vincente, soprattutto per manifestazioni di buon livello come questo, che posso attrarre anche una bella cornice di pubblico.

Il successo della corsa di Cavour, che si é confermato un appuntamento da non perdere per gli appassionati di podismo piemontesi, si deve ad un collaudato staff di organizzatori, a cura della società AppleRun, guidata dal residente Marco Isoardi e dal direttore tecnico Mauro Riba. Confermata, ovviamente, anche la collaborazione con la rassegna “Tuttomele”, che promuove una delle eccellenze del territorio di Cavour ogni anno dal 1980 ed é in programma dal 9 al 17 novembre prossimi. Donato D’Auria

Podio femminile alla AppleRun n. 13

(Foto: Sebastiano Spina)

Last Updated on Thursday, 07 November 2019 15:35
 
Una Pro Vercelli mai doma ferma l’Arezzo PDF Print E-mail
Written by Administrator   
Thursday, 24 October 2019 13:29

Vercelli - La Pro Vercelli di Alberto Gilardino porta a casa un punto di carattere contro l’Arezzo. In un turno infrasettimanale giocato in un Piola quasi vuoto (e non la prima volta questa stagione), con pioggerellina e temperatura autunnale annesse, Gilardino si affida ad una formazione giovanissima, facendo spazio a Cristiano Bani in difesa e a Cecconi (ex della partita) in attacco al posto di Gianmario Comi, che parte dalla panchina. Nell’Arezzo, alla ricerca di punti dopo una serie di prestazioni non brillanti, c’é anche Niccoló Belloni, che ha giocato nella Pro Vercelli nel 2014-15, senza convincere troppo.

Last Updated on Thursday, 07 November 2019 15:34
Read more...
 
Sestriere scalda i motori per la Coppa del Mondo di Sci PDF Print E-mail
Written by Administrator   
Monday, 04 November 2019 12:03

Sestrere (To) - 18 e 19 gennaio 2020. Due date date da tenere a mente per gli appassionati di sci piemontesi e non solo. La Coppa del Mondo di Sci, infatti, tornerà a Setriere con una due giorni di gare che vedrà le migliori atlete del circo bianco sfidarsi sul tracciato della storica e difficile pista Kandahar, dedicata a Giovanni Alberto Agnelli. Con questa tappa di Coppa del Mondo, Sestriere resta l’unica località italiana a ospitare gare femminili, insieme alla valdostana La Thuile (Cortina dAmpezzo é stata obbligata dalla Federazione Internazionale a organizzare le tappe finali maschili e femminili in vista dei Mondiali 2021, prendendosi una pausa dalla tradizionale tappa femminile).

Last Updated on Thursday, 07 November 2019 15:34
Read more...
 
Michael Woods Anficipa Tutti e Vince la Milano-Torino 2019 PDF Print E-mail
Written by Administrator   
Tuesday, 15 October 2019 12:04

Superga (To) – Ha vinto alla sua maniera, con un’azione prepotente negli ultimi 400 metri di gara. Michael Woods non ha tradito se stesso: quando la strada si impenna su salite brevi e secche il corridore dell’Ontario (con un passato da podista nel cross-country) si fa sempre trovare pronto, ottenendo piazzamenti di rilievo (come il terzo posto nel Mondiale di Innsbruck dello scorso anno). In questo 2019, tuttavia, gli era sempre sfuggita la vittoria: l’ha ottenuta nella prestigiosa cornice della Milano-Torino numero 100, corsa che negli ultimi anni ha incoronato diversi scalatori affermati ma a digiuno di successi nelle corse di un giorno (Miguel Angel Lopez e Alberto Contador su tutti).

Last Updated on Thursday, 07 November 2019 15:34
Read more...
 
<< Start < Prev 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Next > End >>

Page 1 of 98
Powered by Aerobico.it